Adesione all’UE quale obiettivo

I sostenitori di un’adesione della Svizzera alla fallimentare e traballante Unione europea, si riuniscono notoriamente nel „nuovo movimento europeo svizzero“, abbreviato „numes“.

eu-no.ch INFO del 25.06.2015

Questo movimento contatta già tutte le candidate e i candidati alle elezioni federali che avranno luogo il 18 ottobre 2015. Assicura il suo sostegno a tutti i candidati che si lasciano convincere, come scrive numes, che, «la rottura della Svizzera con l’UE è da impedire».

Ma, nel contempo, numes ricorda a tutte le candidate e i candidati smaniosi del suo sostegno che, oltre a questo obiettivo a breve termine, non bisogna perdere di vista quello a lungo termine. E questo obiettivo a lungo termine è «l’appartenenza attiva della Svizzera all’UE». Questo obiettivo viene così motivato: «Un’adesione è l’unica possibilità dignitosa, efficace e democratica di difendere gli interessi del nostro paese». Questo è quanto dice numes di quell’UE che dichiara «l’integrazione istituzionale» del nostro paese nell’apparato dell’UE quale conditio sine qua non per ulteriori negoziati bilaterali. Laddove l’«integrazione istituzionale» della Svizzera significa la ripresa automatica delle decisioni e delle leggi UE e il riconoscimento formale della supremazia della Corte di giustizia dell’UE - a prescindere dalla tradizione democratica della Svizzera.  

La Svizzera assisterà il prossimo autunno a innumerevoli presentazioni di candidate e candidati alle Camere federali, che verosimilmente dichiareranno di impegnarsi a fondo per «il salvataggio della via bilaterale», ma che nel contempo sottolineeranno incessantemente come l’adesione all’UE non sia «assolutamente un tema». Grazie alla lettera di numes, il pubblico sa ora in ogni modo che, chi vuole godere dell’appoggio di numes dovrà anche perseguire l’obiettivo dell’adesione all’UE.

C’è da chiedersi chi dei pupilli di numes s’impegnerà poi veramente per il raggiungimento di questo duplice obiettivo.

us

Fonte: lettera numes, datata l’11 giugno 2015

25.06.2015 | 2006 Aufrufe